Identity

“Storie crudeli – Lo spirito delle novelle toscane, oggi”

Storie-crudeli

Oggi ci sono nuovi ascoltatori di novelle. Sono i giovani delle scuole ma sono, anche e soprattutto, adulti, curiosi e appassionati di Teatro di Narrazione.

Toscani come i nostri avi, si siedono e, nel buio della sala, ascoltano Lorenzo Degl’Innocenti, accompagnato da Aldo Gentileschi che suona il piano e che interagisce nella scena, seguendo anche lui i possibili divenire delle narrazioni… mutabili come la vita…

Come una storia nella storia, i due attori narrano i testi scritti da Marco Vichi, Gianni Garamanti, Anna Maria Falchi e Enzo Fileno Carabba. Ogni vicenda illustrata con maestria e ingegno evocativo da Marco Serpieri (già illustratore per Mondadori).

Durante lo spettacolo è richiesto di accettare l’ufficio del narratore toscano, che sa essere crudele e molto cinico. Il pubblico accetta la sorte di ascoltatore, con bonarietà, con un po’ meno dell’allegria, ma di certo con finale soddisfazione. Perché queste storie non deludono mai, come le novelle toscane di una volta.

Sono esperienze arricchite, che conservano i fondamentali caratteri d’immediatezza e vivacità della narratologia moderna. Piuttosto, t’incollano alla poltrona e ti fanno sobbalzare.

Data e Orario

venerdì 31 maggio – ore 21.30

Luogo

TCA – teatro Comunale Antella, via Montisoni, 10 – Antella (Bagno a Ripoli – Firenze)

Ingresso

Biglietto unico – 10 €

PRENOTAZIONI

info@museodellanarrazione.it

+393204084797 (anche whatsapp)