Circolo di lettura «Pietre azzurre»

postato in: Pietre azzurre, Teatro di Carver | 0

«Pietre azzurre», il circolo di lettura MUNAR è a ingresso gratuito, aperto a tutti, ogni lunedì a partire dal 16 gennaio 2023 all’SMS di Careggi dalle ore 21 alle 23.

Con il supporto del Comune di Firenze – Q5 (Presidenza Cristiano Balli, Commissione cultura Andrea Ciulli), il Circolo di lettura è dedicato a Raymond Carver e agli autori che, come lui, scrivevano con realismo su problematiche quotidiane, di amore e del passaggio tra generazioni.

Conducono gli incontri: Maurizio Novigno e Gianni Garamanti.

Aldo Gentileschi suona dal vivo su un DP Yamaha, musica creata per il MUNAR, ispirandosi a ciascun brano letto.

Perché venire ogni lunedì

Perché, se non è giusto insegnare a scrivere, è comunque doveroso imparare a leggere e ad ascoltare.

Perché così, domani, sarà forse anche più facile comunicare senza espedienti narrativi o per piacere di più… insomma, senza facili trucchi da due soldi, come diceva Raymond Carver che fu anche un ottimo insegnante di scrittura creativa.

Perché sono letti meravigliosi passi dai racconti di Carver ma anche di molti altri autori… opere di autori che scrivevano in modo onesto, trasformando spesso la stessa percezione della realtà dei lettori.

Il gran merito di questo modo di approcciare il mestiere dello scrivere è di aver raggiunto il cuore della questione, su vite comuni… tanto comuni da divenire speciali.



Presentazione del circolo di lettura «Pietre azzurre»

Al circolo sono presentate a caldo (cioè a sorpresa, senza conoscerne prima i titoli) opere di narrativa breve (anche poesie, parti di romanzi o di sceneggiature) di autori che fanno del realismo e dell’accuratezza dell’espressione un marchio di fabbrica e un principio fondamentale della scrittura: Cechov, Hemingway, Pavese, Calvino, Cheever, Bukowski, O’Connor…

Le opere sono scelte e lette in «Pietre azzurre» perché adottano il tratto sommerso della conversazione, l’omissione che concede di non dire tutto. Nasce da qui il fascino di una narrazione-modello per la quale l’identità dei personaggi deflagra nel virtuale.

Il lettore intuisce, percepisce ed elabora quello che non trova in pagina, usando l’immaginazione. Le opere sono lette a gruppi di lettori e discusse tutti insieme a caldo. Così, senza conoscerne prima i titoli. Per stimolare prime impressioni. Sensazioni d’istinto che aiutano a capire e a non giudicare esistenze diverse dalla nostra.

Di contro sono lette anche opere e parti di opere scritte da autori di narrazioni muscolari come Crumley, Woolrich… o più strutturate come Flaubert, De Maupassant… arrivando anche a leggere autori come Dubus, Munro e Turgenev nelle loro narrazioni con frasi ridotte a livello di ipotassi (frasi subordinate a una principale) e di paratassi (frasi coordinate alla principale).

Questo confronto di stili e contenuti permette di capire modi diversi di affrontare problemi comuni e situazioni di vita.

Il palinsesto di «Pietre azzurre»

Per sapere come si svolgono gli incontri al Circolo di lettura «Pietre azzurre», condotto da Maurizio Novigno con la collaborazione di Gianni Garamanti, leggi qui di seguito:

–  brevissima presentazione degli autori delle storie lette con introduzione del contesto nel quale sono state ideate, scritte e pubblicate (con riferimento anche a traduzioni, biografie, editing…);

–  lettura di almeno due opere di narrativa breve (racconti e poesie) o parti di romanzi indispensabili per l’analisi e le discussioni che seguiranno;

– presenza musicale del pianista Aldo Gentileschi con improvvisazioni in mood con le letture;

–  “Vi è piaciuto quello che è stato letto?”, analisi e discussioni collettive e partecipative delle opere lette, con presentazione di strumenti e metodi diversi scelti da altri autori.

Saranno invitati agli incontri: musicisti, attori, scrittori che arricchiranno l’esperienza di ascolto collettivo.

Progetto «Il Teatro di Carver»

Il circolo «Pietre azzurre» entra a far parte del progetto «Il Teatro di Carver» che comprende anche un laboratorio di scrittura e un workshop teatrale di prossima apertura.

La vita è un Teatro nel quale recitiamo a soggetto. Senza un vero copione, spesso senza un ruolo preciso.
In un minuscolo frammento di una vita qualsiasi, le azioni e le relazioni tracciano un delicato confine tra esistenza reale e pensiero. Una nuova dimensione mentale fragile che produce senso di disorientamento individuale e collettivo.

L’obiettivo del circolo di lettura e del progetto dedicati a Carver è scoprire e conoscere autori capaci di usare le parole migliori per mostrare il cuore della realtà di vite normali e mondi diversi.

Ogni incontro del circolo di lettura «Pietre azzurre» comprende tre piani di lettura diversi e complementari alla costruzione del progetto «Il Teatro di Carver»:

a. Leggere per piacere personale, passatempo, divertimento;
b. Leggere per emozionarsi, per vivere esperienze e per conoscere sé e il mondo intorno;
c. Leggere per scrivere e comunicare (livello propedeutico al Modulo #2 di Scrittura creativa).

Sezione stampa per «Pietre azzurre»

Materiale per la stampa e uscite